FERMIAMO I MERCANTI DI MORTE

FERMIAMO I MERCANTI DI MORTE

Il PdCI aderisce alla campagna per la difesa della legge 185/90

Iacopo Venier *

Roma, 22 maggio 2002

Cari amici,
vorrei informarvi che sarò presente insieme ad una delegazione del partito e all’On. Maura Cossutta del gruppo dei Comunisti Italiani della Camera al SIT-IN non violento che avete organizzato per mercoledì prossimo.
Il nostro impegno politico e parlamentare per impedire la modifica del legge 185/90 è infatti pieno. Quella legge aveva consentito di fare notevoli passi in avanti verso il controllo e la trasparenza del mercato delle armi (premessa fondamentale a qualsiasi ipotesi di riduzione delle spese militari). Siamo consapevoli che la modifica di quella legge aprirebbe nuovi spazi per coloro che hanno sempre realizzato profitto speculando sulla vita di milioni di persone.

Concordiamo sul fatto che queste modifiche sono in diretto contrasto con ogni seria politica di lotta al terrorismo. La mancanza di trasparenza, e quindi di responsabilità, consentirà inevitabilmente gravi abusi e favorirà oggettivamente regimi oppressivi che sprecano le risorse dei loro popoli per mantenere sistemi militari funzionali solo al loro potere.
Non è così che si da corso al mandato della nostra Costituzione e si lavora per un mondo di pace e per l’ampliamento dei diritti umani. Non occorre sottolineare inoltre che è scandaloso constatare come oggi più che mai enormi risorse economiche vengono indirizzate verso il mercato delle morte. Mentre i governi europei diminuiscono le risorse destinate alla cooperazione allo sviluppo gli investimenti nel sottore degli armamenti non conoscono ristrettezze. Giustamente molti ricordano come il caso italiano sia emeblematico in quanto le risorse per la cooperazione sono solo il 10% della spesa totale per gli armamenti.
Per questi motivi, e molti altri ancora, il Partito dei Comunisti Italiani non può che essere al vostro fianco in questa campagna di mobilitazione. Abbiamo quindi deciso di informare tutte le nostre strutture territoriali di questa vostra campagna in modo che possano sostenere e promuovere le iniziative unitarie che si realizzeranno la prossima settimana.

* segreteria nazionale PdCI (responsabile politiche internazionali)