IMMIGRAZIONE

IMMIGRAZIONE

Costituita la commissione nazionale dei Comunisti italiani

Roma, 23 luglio 2002

Il fenomeno migratorio, sia in ambito nazionale sia europeo, assume sempre più, in seno alla società, una connotazione prioritaria. La condizione di disperazione sociale che comporta notevoli flussi migratori verso il nostro paese tocca decine di popolazioni provenienti da zone in cui si assiste periodicamente a condizioni di disagio economico, sociale e politico.
Indubbiamente l’immigrazione, che dovrebbe essere intesa come elemento strutturale dell’intera crescita del Vecchio Continente sia da un punto di vista economico sia socio-culturale, è una conseguenza della crescente interdipendenza mondiale e dei conseguenti squilibri tra paesi ricchi e paesi poveri. A ciò si aggiunge il processo di globalizzazione, che stiamo attraversando in questa fase e che si basa su meccanismi che tendono a rimodellare il concetto di spazio e di tempo. In questo scenario assistiamo ad una sorta di paradosso che vede da un lato la scomparsa di alcune barriere e dall’altro l’innalzamento di altre, ossia nei confronti dello spostamento di popolazioni, che come ben sappiamo è un fenomeno antico quanto l’uomo.
Le migrazioni costituiscono una fonte importante del mutamento sociale, provocando quesiti e talvolta perplessità da parte della stessa società ospitante. In tale ottica occorre quindi riuscire a rendere visibile la posizione del nostro partito rispetto a tale fenomeno in modo chiaro, spiegando all’opinione pubblica che le persone provenienti da altri paesi, sono una risorsa fondamentale per il nostro paese da un punto di vista economico e sociale.

Indubbiamente il nesso che una parte degli italiani percepiscono tra criminalità e immigrazione è stata frutto di una propaganda elettorale, utilizzata in maniera subdola, dalle destre, che hanno trattato il fenomeno esaminandolo solo ed esclusivamente in termini di sicurezza. A tal proposito è da specificare che non sempre l’immigrato clandestino è legato al mondo della criminalità e la stessa cosa vale per l’immigrato regolare che non è sempre legato al mondo del lavoro, poiché esistono realtà che sfuggono a regole predefinite!
Con gli ultimi avvenimenti in campo legislativo che hanno visto il Parlamento votare a maggioranza un disegno di legge razzista, formulato dal padano Bossi e dal fascista Fini, si è sentita la necessità da parte del PdCI di costituire un Dipartimento che operi in materia di immigrazione in tutta la sua complessità con la prospettiva di chiarire la nostra posizione, smentendo definitivamente le falsità di queste destre razziste e xenofobe.
Questa legge sta già producendo effetti pericolosi oltre ad aver provocato sdegno a livello internazionale. Per questo motivo si è sentita l’esigenza di rifiutare e rigettare la xenofobia, che si sta diffondendo sempre più in tutto il territorio nazionale e di attivarsi per sostenere il diritto di cittadinanza di persone che provengono da altri paesi e che contribuiscono quotidianamente sia da un punto di vista economico sia socio-culturale alla crescita del paese.
Si è, quindi costituita la Commissione Nazionale Immigrazione del PdCI nelle persone dei compagni Rosanna Moroni, in qualità di Responsabile Immigrazione PdCI e Leila El Houssi, Ahmed Faghi Elmi, Paolo Ammendola, Gabriele Del Monte,Gianluca Spitalieri, Erik Zaganelli, Maurizio Musolino.
La volontà di questi compagni competenti in materia, in quanto già attivi in questo campo in gran parte del territorio nazionale, ha fatto sì che si sia costituito un gruppo che ha messo a disposizione le proprie competenze al fine di svolgere un percorso strutturale per una politica interculturale.
Il lavoro volontario di questo gruppo opererà in tutti i settori che attraversano il fenomeno migratorio: lavoro, legislazione, scuola e seconda generazione, intercultura, rapporti con associazioni e aspetto religioso. L’immigrazione nel nostro paese è un fenomeno recente e quindi solo attraverso un serio lavoro si potrà giungere alla pacifica convivenza tra culture differenti.

Sede operativa:
Gruppo consiglio regionale Veneto PdCI
Palazzo Ferro-Fini
Tel: 041- 2701478/ 041- 2701479 – Fax: 041- 2701480
Venezia
Per informazioni: immigrazionepdci@libero.it