CRISI FIAT

CRISI FIAT

RIZZO: NESSUNO OSI PROPORRE UNO SCAMBIO NORD – SUD

Ufficio stampa

Roma, 17 ottobre 2002

L’ultima cosa da trovare sui vari tavoli di trattativa che si stanno intrecciando sul caso Fiat è l’ipotesi di uno scambio nord-sud. La crisi Fiat va affrontata con grande senso di responsabilità da parte di tutte le forze politiche e sociali. Certamente non si può pensare di salvare gli impianti del nord a scapito di quelli del sud o viceversa. La protesta civile degli operai di Termini Imerese oggi a Roma è un segnale della gravità della situazione.
Il governo non può mercanteggiare calcolando gli eventuali benefici, per i suoi uomini, rispetto ad un impegno sulla Fiat. Siamo di fronte ad una grande caso nazionale. Si metta sul tavolo un piano forte dove lo Stato si accolli una parte delle responsabilità insieme alla dirigenza torinese.