Insieme possiamo fermare questa guerra!

Insieme possiamo fermare questa guerra!

Alessandro Pignatiello

Roma, 25 febbraio 2003

Dobbiamo unire le nostre forze ed agire per evitarla, innalzando di giorno in giorno il livello della nostra resistenza, ma tenendo sempre ben ferma la barra che ha reso così grande la mobilitazione dello scorso 15 febbraio: l’unità del movimento e la non violenza degli atti di protesta.
Queste due condizioni sono per noi fondamentali e in questa direzione vanno tutti i nostri atti, anche questa petizione!

Al Presidente della Repubblica Palazzo del Quirinale – 00187 Roma
Al Presidente della Camera dei Deputati
Palazzo Montecitorio – 00186 Roma
Al Presidente del Senato della Repubblica
Palazzo Madama – 00186 Roma

Noi cittadini,
chiediamo ai rappresentanti del popolo italiano un atto di coraggio per realizzare un concreto e consistente passo verso la pace, per una scelta coerente che faccia sì che venga rispettato l’art. 11 della Costituzione Italiana (L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo), anche con il rifiuto della concessione e dell’uso delle basi e dello spazio aereo per la guerra all’Iraq.

Aderisci online alla petizione: mailto:fgci@comunisti-italiani.org