PROCREAZIONE ASSISTITA – Diliberto

Procreazione assistita. Diliberto: la legge va cancellata

Ufficio stampa

Roma, 10 dicembre 2003

"Con Berlusconi l’Italia sta tornando al Medio Evo. La legge sulla procreazione assistita non è solo vergognosa e oscurantista, è la dimostrazione, una volta di più, della volontà prevaricatrice ed illiberale che anima questo governo. La legge sa solo discriminare, obbligare, vietare. Offende la libertà e la laicità dello Stato. Offende le persone. Viene criminalizzato il libero desiderio di maternità, vengono discriminati gli omosessuali con una norma esplicita. Viene preclusa la ricerca sulle cellule staminali, togliendo la speranza a tanti malati, impedendo la crescita civile di questo Paese.

Non a caso la condanna da parte di tutta la comunità scientifica è durissima. Ma è anche molto grave che Rutelli si sia schierato a favore. Ho sempre un grande rispetto per le opinioni personali. Quando però si ricopre un ruolo dirigente, si ha il dovere di riflettere e di tacere, perché in quel caso la scelta può avere contraccolpi gravi. E’ necessaria ed urgente una riunione di tutte le opposizioni perché la legge va cancellata utilizzando tutti i mezzi possibili, compreso lo strumento referendario".