Film su “crimini partigiani”: ennesimo oltraggio alla Resistenza

resistenza-continua

di Alessandro Fontanesi, segretario prov. PCdI Reggio Emilia

Con sdegno e preoccupazione nuovamente dobbiamo constatare l’ennesimo oltraggio alla Resistenza e sono ormai diversi che si susseguono in ordine temporale nella nostra provincia, infatti il prossimo 22 aprile presso l’hotel ristorante Gemmi di Cadelbosco, verrà proiettato questo presunto film sui crimini partigiani, che vede tra gli organizzatori la lista civica “Sei di Cadelbosco” e l’ormai immancabile Tadolini. A parte le solite ribalderie ideologiche per accreditarsi ad uso politico verginità ormai perse da tempo, si citano esecuzioni sommarie ai danni di militi della GNR fascista e dei torturatori e assassini fascisti delle Brigate Nere, conclamati protagonisti della guerra voluta da Mussolini e dal fascismo, spacciandoli invece per inermi ed incolpevoli terze figure catapultate nella storia per caso; ci domandiamo perchè il gestore di quel ristorante si presta a una tale messa in scena in evidente spregio ai principi fondanti della nostra Costituzione? Cos’è quello un ristorante o un cinema? E questo lo chiediamo anche anche alle forze preposte all’ordine pubblico. Stessa cosa vorremmo chiederla alla signora Tellini sindaco di Cadelbosco, se con la medesima risolutezza con cui si è opposta alla ripubblicizzazione dell’acqua pubblica, non ha nulla da dire in merito a tutto ciò e non ha nulla da rilevare per questa evidente offesa alla memoria del suo predecessore Giuseppe Carretti, partigiano e per un quarto di secolo presidente dell’Anpi reggiana, che si consuma proprio nella terra di cui oggi ella è prima rappresentante e garante istituzionale?!
Invitiamo pertanto tutti i cittadini, gli antifascisti, i sinceri democratici, nell’occasione del prossimo 22 aprile, a partecipare ad un presidio democratico e antifascista per respingere ancora una volta queste insopportabili provocazioni ai danni della Resistenza e dei partigiani.