Corsi online certificati MIUR, come capire se è riconosciuto: la guida

Corsi online certificati MIUR, come capire se è riconosciuto: la guida

I corsi online certificati MIUR permettono di vivere al meglio il proprio lavoro, raggiungendo nuovi obiettivi ed entrando dalla porta principale per conquistare l’impiego dei sogni. Quando si cerca un corso online la prima cosa che ci si chiede è come capire se è certificato o meno dal MIUR.

La domanda da porsi è dunque: è riconosciuto dal ministero? Ma anche: è conforme alle graduatorie ATA o Docenti? Rispetta i requisiti fissati dal MIUR oppure no? Mi consentirà di avere un punteggio per scalare la graduatoria?

Fare una verifica è essenziale per non incorrere poi in problemi. Il modo migliore e più veloce per poter verificare l’accreditamento del MIUR è quello di visionare l’intero elenco che viene stilato e aggiornato annualmente dal ministero. Una lista in cui sono presenti gli enti accreditati.

Corsi online certificati MIUR: differenza tra enti aggregatori ed enti erogatori

Quando si parla di corsi online certificati MIUR è importante fare una distinzione fra gli enti aggregatori di corsi e gli enti erogatori dei corsi che sono riconosciuti dal MIUR. Un ente aggregatore solitamente unisce vari corsi che sono tutti riconosciuti dal ministero.  Non sarà però presente nell’elenco, questo perché non viene considerato il diretto erogatore e ideatore del corso. Nella lista per la verifica dunque bisognerà cercare un altro nome, poiché l’aggregatore funge da tramite. Gli enti erogatori, al contrario, erogano il corso direttamente.

Esistono poi dei corsi che non necessitano di essere all’interno dell’elenco fornito dal MIUR. Rispondono ai vari requisiti imposti dal ministero e consentono di ricevere un punteggio nella graduatoria ATA e in quella Docenti. Sono solitamente creati da un ente pubblico.

Dove trovare corsi online certificati MIUR

PaLEoS, ente accreditato dal MIUR, fornisce corsi che permettono di scalare la graduatoria e migliorare la propria posizione lavorativa. Consente di ricevere una formazione per il personale docente ai sensi della DM 170/2016. Sul portale si possono trovare Corsi e Certificazioni informatiche riconosciute dal MIUR valide per le graduatorie docenti. Inoltre è possibile scegliere fra oltre 40 corsi di formazione online su argomenti come Coding infanzia; Coding scuola primaria; Coding scuola secondaria; Google Education; Stampa 3D; STEAM Education.

Non solo, PaLEoS offre anche servizi legati ai musei, con scansioni 3D di reperti e collezioni, riproduzioni dei reperti con finitura realistica e tecnologie 3D, creazioni di musei virtuali. Mette poi a disposizione degli utenti corsi accreditati sulle tecnologie di fabbricazione digitale per i beni culturali e offre la possibilità di creare linee di gadget, giochi educativi e souvenir personalizzati per musei.

Le certificazioni informatiche valide per le graduatorie docenti

Le Graduatorie Provinciali per le Supplenze rappresentano lo strumento tramite il quale si assegnano le supplenze al 31 agosto o al 30 giugno. Si tratta di “classifiche” vere e proprie che vengono redatte a seconda del punteggio. Dunque migliorando il proprio punteggio si potrà ottenere una migliore posizione nella graduatoria, aumentando la possibilità di poter ottenere poi una cattedra di supplenza.

Per entrare nella graduatoria servono dei requisiti come laurea, inserimento in terza fascia e abilitazione specifica. Mentre per aumentare il punteggio ci sono varie possibilità. Fra queste le più efficaci sono le certificazioni informatiche che hanno un perfetto rapporto costi/benefici. Permettono infatti di raggiungere un ottimo risultato, ma sono anche facili da seguire se si hanno altri impegni. In più i corsi di questo tipo non richiedono una spesa esagerata e garantiscono la possibilità di aumentare il punteggio in graduatoria in modo efficace, realizzando quello che per tantissime persone è il grande sogno di un lavoro nel mondo dell’istruzione.

 

About: admin