Comprare auto sinistrate e rivenderle al giusto prezzo

Comprare auto sinistrate e rivenderle al giusto prezzo

Oltre alla rottura dei mezzi coinvolti, gli incidenti stradali portano inevitabilmente con sé anche conseguenze fisiche, spesso perfino mortali. Se, come spesso si dice, è la salute degli occupanti la prima cosa da verificare in caso di sinistro, a stretto giro di ruota le condizioni dei mezzi coinvolti rappresentano elementi da valutare con prontezza.

Dopo un incidente è frequente che le automobili non siano più in grado di muoversi. Accade inoltre che, una volta portate in officina, i danni – evidenti e non – siano tanti e tali da rendere non più conveniente la sistemazione degli stessi.

A quel punto, la questione si pone in tutta la sua violenza, anche economica. 

Auto sinistrate: un settore molto sviluppato

E’ un mercato complesso quello che riguarda il settore del compro auto sinistrate. Una galassia, infatti, le proposte commerciali tra cui districarsi, un mondo da affrontare con la massima attenzione, onde non incorrere in pesanti fastidi.

Fidarsi davvero del soggetto che s’è scelto per la gestione di un servizio, in questo senso, è il primo passo da fare. Affinché ciò possa essere, però, non basta informarsi su internet, ma è spesso necessario fare un’azione in più, investendo tempo e risorse per capire davvero chi sia il soggetto che andrà a gestire la nostra pratica.

Le strade, a quel punto, sono due. Da una parte, ci si può impelagare in controlli a non finire circa la bontà della società attraverso i più svariati metodi a disposizione, dalle ricerche on line alle visure camerali, per esempio. Dall’altra, si può andare a colpo sicuro, scegliendo il meglio che il mercato possa offrire.

A scanso di equivoci, non si tratta di una questione meramente economica, o di reputazione frutto della pubblicità effettuata da questa piuttosto che da quell’altra azienda. L’elemento da considerare è, invece, la capacità di fare fronte alle necessità che abbiamo in quel momento, senza tentennamenti o sbavature.

Vendita e acquisto: un equilibrio da costruire in modo saldo

Dopo un sinistro che ha reso la nostra automobile inservibile i pensieri sono tre. Il primo riguarda la possibilità, o meno, di rimetterla in strada. E’ evidente che per mille motivi, l’auto rappresenta un aspetto principale nella vita di ognuno di noi e, non fosse altro per i costi che porta con sé, il primo obiettivo è sempre quello di provare ad aggiustarla.

Quando questo non è possibile perché non economicamente vantaggioso, si apre il secondo scenario. Ancora prima di cercare un mezzo nuovo da comperare, infatti, il proprietario deve stabilire come disfarsi dell’auto non più riparabile, fattispecie che può portare con sé un ulteriore costo di demolizione, ovvero far recuperare qualche denaro derivante dalla vendita di quanto non funziona può.

Trovata la quadra, ecco il terzo passaggio, ossia la scelta del nuovo veicolo da acquistare in sostituzione di quello dismesso.

Questo processo, di cui omettiamo tutte le implicazioni in termini di stress, ha nel secondo passaggio il suo punto nodale. Riuscire a ottenere del denaro a parziale risarcimento dell’inservibilità dell’auto incidentata ha nel compro auto sinistrate la sua risposta.

Valutazioni puntuali, a vantaggio della correttezza della procedura

Comprare auto sinistrate e rivenderle è un’attività che richiede grande conoscenza del settore automobilistico e un’importante competenza nella valutazione dei danni subiti, siano essi riparabili, oppure non lo siano.

Accanto alla capacità tecnico-pratica, poi, c’è tutto un meccanismo amministrativo da portare avanti affinché tutte le carte necessarie vadano a posto nei giusti termini, evitando inghippi e garbugli di cui chiunque preferisce fare a meno.

Affidarsi a professionisti seri, insomma, aiuta. Mette infatti al riparo da valutazioni strampalate, consente di gestire al meglio tutte le fasi precedenti e successive alla compravendita e regala un po’ di serenità agli sfortunati protagonisti del sinistro.

About: info